Zinzasco Barolo

2017

Il profilo gustativo di Zinzasco Barolo

Annata

2017

Denominazione

DOCG

Grado alcolico

14,5

Bottiglie prodotte

0

Filosofia produttiva

Perché Zinzasco Barolo

Il barolo è il re dei vini di Langa, e tanti direbbero il re dei vini italiani, ricavato da Nebbiolo in purezza, vitigno che non solo in Langa riesce a esprimersi al meglio, ma che raramente riesce a spingersi fuori dai colli di Barolo, di La Morra, di Monforte e dei comuni langaroli. 
Questo barolo è prodotto con uve provenienti da diverse sottozone del comune di La Morra e di Verduno, che conferiscono una gamma di profumi molto ampia, che accarezza note speziate insieme a quelle più dolci floreali e fruttate. Le uve sono raccolte nelle prime due decadi di ottobre, poi fatte fermentare e macerare in contenitori di acciaio inox per un massimo di 25 giorni. Segue un affinamento classico, parte in tonneaux di rovere e parte in botti grandi per 24 mesi. Un'ulteriore permanenza di sei mesi in bottiglia garantisce il riposo necessario prima di gustare al meglio la calda pienezza tannica e alcolica, accompagnata da note floreali di rosa velatamente speziate.

Abbinamenti

Ottimo l'abbinamento con secondi di carne,brasati, bolliti, formaggi d'alpeggio dalla lunga stagionatura.

Colore

rosso-rubino

Note di degustazione

Aromi balsamici
Aromi floreali
Aromi speziati
Frutti rossi e di bosco

Gusto

Buona struttura

Come servirlo

Temperatura di servizio: 18° - 20°

Buono già subito, può riposare in cantina anche dieci anni, durante i quali continuerà a evolvere. Da bere in un calice ampio, che ne esalti i profumi e ammorbidisca i tannini.

Per saperne di più