I Vigneri

2018

Il profilo gustativo di I Vigneri

Annata

2018

Denominazione

Vino Rosso

Grado alcolico

13

Bottiglie prodotte

6000

Filosofia produttiva

Viticoltura Eroica

Perché I Vigneri

L'Etna rosso "I Vigneri" viene prodotto dall'insieme delle varie aliquote di uva che ogni anno i proprietari delle vigne etnee usano cedere agli stessi viticoltori, per il loro uso quotidiano. Le uve, per il 90% di Nerello Mascalese e per un 10% di Nerello Cappuccio, sono vendemmiate a mano tra la 1° e la 2° decade di Ottobre e vengono portate nel Palmeto Cannelle, in cui vengono trattate secondo un sapere vecchio di centinaia di anni.

Il vino che ne esce è schietto e genuino, di un colore rosso rubino brillante. Al naso presenta un bouquet fruttato, con sentori di frutti di bosco, more, lamponi e ciliegie sotto spirito. Al palato ha un sorso di media struttura, equilibrato e con tannini morbidi. 

Abbinamenti

Il vino "I Vigneri" è il naturale compagno per i menù di terra: primi piatti al sugo di carne, secondi di carne rossa. È ottimo con arrosti e carni alla griglia. 

Colore

rosso

Note di degustazione

Aromi balsamici
Aromi minerali
Aromi speziati
Aromi tostati
Frutti rossi e di bosco

Gusto

Mediamente strutturato, equilibrato e con i tannini morbidi.

Come servirlo

Temperatura di servizio: 16° - 18°

Lasciar respirare il vino 15 -30 minuti prima di servirlo in calici di media apertura, in modo che possa continuare a ossigenare. È perfetto da bere subito ma può anche essere lasciato a riposare in cantina per 4 - 5 anni. 

Per saperne di più

La vendemmia si svolge durante la prima e seconda decade di ottobre con selezione manuale delle uve. Le uve vengono pigiate, non diraspate, con i piedi. Macerano poi con bucce e graspi per 8 giorni. La fermentazione è spontanea, senza aggiunta di lieviti né controllo della temperatura. Travasi e imbottigliamento sono svolti secondo le fasi lunari.

6 mesi in giare di terracotta interrate.

Vulcanico.

Vari: è infatti prodotto con le aliquote di uve che ogni anno i proprietari delle vigne etnee, coltivate da I Vigneri, usano cedere agli stessi coltivatori.