Tufo-bianco

2020

Il profilo gustativo di Tufo-bianco

Annata

2020

Denominazione

Toscana Igt

Grado alcolico

13

Bottiglie prodotte

0

Filosofia produttiva

Perché Tufo-bianco

Già nel nome questo vino descrive la cantina da cui proviene, e il suo essere circondata da, e costruita sul, tufo. A una base di trebbiano si aggiungono quote di sauvignon, greco e altre uve provenienti dai vigneti di Sovana e Pitigliano, insieme a uve acquistate da viticoltori amici.
Il pigiato subisce una macerazione con le bucce di circa 12 ore. Al termine della fermentazione il vino viene lasciato sui lieviti per circa 2 mesi e quindi imbottigliato.

Abbinamenti

Ottimo come aperitivo, è perfetto con una panzanella. 

Colore

paglierino

Note di degustazione

Agrumi
Aromi floreali
Aromi minerali
Frutta a polpa chiara
Frutti esotici

Gusto

Fresco, sapido e di grande bevibilità, con una delicata nota minerale che dona estrema piacevolezza.

Come servirlo

Temperatura di servizio: 10° - 12°

Da bere subito in un calice stretto.

Per saperne di più