Rosato

2020

Il profilo gustativo di Rosato

Annata

2020

Denominazione

Campania Igt

Grado alcolico

13

Bottiglie prodotte

2000

Filosofia produttiva

Biodinamico
Viticoltura Eroica

Perché Rosato

Il Rosato Cenatiempo colpisce per il suo colore brillante e luminoso, che invoglia a berne subito un bicchiere, magari in riva al mare. Ottenuto dalle uve di diverse varietà tra cui Aglianico e Per' 'e Palummo, questo Rosato è leggero e di buona bevibilità. 

Profumi di fiori freschi e piccoli frutti rossi si chiudono poi in una scia di erbe aromatiche e accompagnano la degustazione verso un assaggio tenue e leggero, con note di croccantezza al palato, e una bevibilità fresca e piacevole. Una leggera sapidità finale lo rende il compagno ideale per gli aperitivi estivi.

 

Abbinamenti

Formaggi freschi, salumi, affettati, oltre al pesce affumicato e a stuzzichini di vario genere: il Rosato Cenatiempo è il perfetto abbinamento per gli aperitivi.

Colore

rosato

Note di degustazione

Aromi floreali
Aromi minerali
Frutta a polpa chiara
Frutti rossi e di bosco

Gusto

Leggero, fresco, beverino, sapido.

Come servirlo

Temperatura di servizio: 10° - 12°

Da servire in un calice di apertura media in quanto non ha bisogno di ossigenare. Vino da bere subito.

Per saperne di più

Vendemmiato a ottobre, le uve hanno un breve contatto con le bucce e fermentano a temperatura controllata. È ottenuto dal salasso di tutte le uve rosse di Cenatiempo, dal Per’ e Palummo all’aglianico. Permane 3 mesi sui lieviti.

Alcuni mesi in acciaio e 30 giorni in bottiglia.

Diversi, sia vulcanici sia sedimentari.

Vigneti diversi con diverse esposizioni, che si sviluppano tra i 50 e i 450 metri sul livello del mare.