Ronco del Picchio

2018

Il profilo gustativo di Ronco del Picchio

Annata

2018

Denominazione

Sforzato di Valtellina Docg

Grado alcolico

16

Bottiglie prodotte

8000

Filosofia produttiva

Viticoltura Eroica

Perché Ronco del Picchio

Il Ronco del Picchio delle cantine Sandro Fay è realizzato con la tecnica dell'appassimento delle uve. I grappoli di Chiavennasca, variante locale del Nebbiolo, vengono raccolti a metà Ottobre e lasciati appassire nelle cassette fino a Dicembre. Segue una fermentazione in serbatoi di acciaio e una macerazione sulle bucce di almeno tre settimane. Dopodiché il vino matura per 12 mesi in barrique e alcuni mesi in bottiglia.

Ne esce un vino robusto, intenso e vigoroso, con aromi di ribes, mirtillo, mora, marasca, confettura di frutti di bosco, prugna essiccata, cenni di liquirizia, sottobosco, spezie e tabacco biondo. Al palato risulta denso e strutturato con una fitta trama tannica. 

Abbinamenti

Un vino di questa personalità non può che sposarsi bene con piatti elaborati: primi a base di sugo di carne, carni rosse in umido, stracotti, brasati, carne arrosto o grigliate, selvaggina e formaggi di media stagionatura. 

Colore

rosso

Note di degustazione

Aromi balsamici
Aromi floreali
Aromi speziati
Frutta appassita
Frutta secca
Frutti rossi e di bosco

Gusto

Denso e strutturato, con una fitta trama tannica.

Come servirlo

Temperatura di servizio: 18° - 20°

Consigliamo di lasciar respirare il vino 1 o 2 ore prima di servirlo. Per garantire una corretta ossigenazione, utilizzare un calice baloon. Se bevuto subito è già un vino dalle grandi potenzialità ma le può esaltare se lasciato riposare in cantina, anche oltre 7 anni.

Per saperne di più

La vendemmia è interamente manuale e si svolge di solito nella prima metà di Ottobre. I grappoli vengono posti in cassette e l’appassimento di protrae fino a metà Dicembre. 
Dopo una fermentazione alcolica in vasca d’acciaio, il vino svolge la fermentazione malolattica in legno.
 .

12 mesi in botti da 25 ettolitri e botti piccole da 5 ettolitri. 

Ricco di sabbia.

Vigneto San Gervasio, che si estende per 2,5 ettari nel comune di Teglio a 750 metri sul livello del mare, con esposizione a sud.