Q Brut M.C.

Il profilo gustativo di Q Brut M.C.

Annata

0

Denominazione

Vino Spumante

Grado alcolico

12.5

Bottiglie prodotte

0

Filosofia produttiva

Perché Q Brut M.C.

Un vino che parla della curiosità e dello spirito giocoso e avventuroso di Quartomoro e di Piero Cella: cosa succede se si vuole assaggiare un'uva tradizionale sarda - la più tradizionale di tutte, forse - con le bolle? Succede Q, un vino che è davvero una sospresa, gioioso, slanciato, bello come una serata estiva.
La camomilla e le erbe mediterranee che si sentono al naso danno spazio a un sorso elegante e vivace, equilibrato, in cui arrivano sentori di frutta matura e si percepisce il mare di Sardegna e una mineralità quasi di pietra focaia.

Abbinamenti

Perfetto con antipasti e aperitivi leggeri, è il perfetto compagno di verdure di stagione e pesce crudo. 

Colore

paglierino

Note di degustazione

Agrumi
Aromi minerali
Aromi speziati
Frutta a polpa chiara
Frutti esotici

Gusto

Il gusto è puramente mediterraneo, con frutta matura, spezie ed erbe balsamiche, con una complessità intensa data dalla mineralità della pietra focaia.

Come servirlo

Temperatura di servizio: 6° - 8°

Da bere subito.

Per saperne di più

La vendemmia è manuale in cassette. 

La vinificazione prevede una pressatura soffice e fermentazione in acciaio con lieviti autoctoni a temperatura controllata tra i 18 e i 20 gradi. Nell'anno successivo viene fatto rifermentare per la presa di spuma e fatto riposare per almeno diciotto mesi prima della sboccatura manuale.

Almeno sei mesi in acciaio e altri quattro mesi in bottiglia.

Misto argilloso, sabbioso, con molto scheletro, da disfacimento ossidianico.

Nell'Alto Campidano, un vigneto impiantato nel 1985.