Pandataria Il Vino del Confino

2020

Il profilo gustativo di Pandataria Il Vino del Confino

Annata

2020

Denominazione

Vino Bianco

Grado alcolico

13.5

Bottiglie prodotte

0

Filosofia produttiva

Biologico

Perché Pandataria Il Vino del Confino

Vino raro, di grandissimo fascino, il Pandataria è un blend dei vitigni tipici dell'alta Campania: la Falanghina, il Greco, il Fiano. Ne esce un vino equilibrato e minerale, con sentori di pesca e, nettissimi, di erbe aromatiche, di aneto, di muschio, di macchia mediterranea. Un vino elegante, che racconta splendidamente la rinascita del vino a Ventotene incarnata da Candidaterra.

Il nome "Il vino del confino" deriva dal fatto che a Ventotene fossero confinati i nemici del Partito Fascista negli anni Trenta.

Abbinamenti

Perfetto per la carne bianca, ma soprattutto per i piatti di pesce o per un aperitivo estivo.

Colore

paglierino

Note di degustazione

Agrumi
Aromi minerali
Frutta a polpa chiara

Gusto

Raffinato ed elegsnte, un vino fresco e armonico, con una bella morbidezza e una splendida persistenza che chiude su note delicatamente sulfuree.

Come servirlo

Temperatura di servizio: 8° - 10°

Da bere subito, in un calice di media ampiezza.

Per saperne di più

La vendemmia si svolge nella prima decade di Settembre, e le uve sono poi fatte fermentare in acciaio a temperatura controllata. 

Il vino matura 6 mesi sulle fecce fini in acciaio, e affina per ulteriori 2 mesi in bottiglia. 

Vulcanico sabbioso-argilloso.

Il piccolo vigneto di Candidaterra: 2 ettari (su meno di 200 dell'intera isola) impiantati tra il 2013 e il 2016 a 30 metri sul livello del mare, con esposizione a sud-ovest.