Òrriu Cannonau di Sardegna

2019

Il profilo gustativo di Òrriu Cannonau di Sardegna

Annata

2019

Denominazione

Doc

Grado alcolico

13.5

Bottiglie prodotte

0

Filosofia produttiva

Perché Òrriu Cannonau di Sardegna

Òrriu in sardo significa intreccio, come nell'intreccio di un tessuto secondo la più antica tradizione. Ed è proprio l'antica tradizione vinicola che il progetto Òrriu vuole recuperare - nel Vermentino come nel Cannonau. Questo Cannonau di Sardegna si offre con un bouquet complesso e ricco di sfaccettature, che parte dai frutti rossi per sfiorare fiori, spezie e note vegetali. Scalda il cuore e il palato con un tannino perfettamente amalgamato e un sorso potente che invita a versarne ancora, e ancora. 

Abbinamenti

Ideale con primi ricchi a base di carne, ma anche con zuppe di legumi contadine e carni in umido o alla brace. Da provare anche in accompagnamento a un bel pezzo di pecorino sardo stagionato.

Colore

rosso-rubino

Note di degustazione

Aromi balsamici
Aromi minerali
Aromi speziati
Frutti rossi e di bosco

Gusto

Fine e lungo, con un sorso potente ed elegante

Come servirlo

Temperatura di servizio: 18° - 20°

Da servire in un calice di media ampiezza. Buono da bere subito, ma può riposare in bottiglia per 3-4 anni, in cui affinerà ulteriormente il bouquet. Nel tempo il colore sfumerà verso un bellissimo aranciato.

Per saperne di più

La vendemmia è manuale in cassette. 

L'uva viene pigiata e diraspata e la vinificazione prevede una fermentazione con lieviti selezionati a temperatura controllata sotto i 30°, con macerazione di 7 giorni e follature manuali. 

Matura per 6 mesi in acciaio e barriques di almeno 4 passaggi, a cui segue un ulteriore affinamento di almeno 6 mesi in bottiglia.

Sabbioso da disfacimento granitico.

A Dorgali, nell'est della Sardegna, un vigneto impiantato nel 2004 con rese molto basse (circa 50 quintali per ettaro).