Lacryma Christi del Vesuvio Bianco Lavaflava

2020

Il profilo gustativo di Lacryma Christi del Vesuvio Bianco Lavaflava

Annata

2020

Denominazione

Doc

Grado alcolico

13

Bottiglie prodotte

0

Filosofia produttiva

Perché Lacryma Christi del Vesuvio Bianco Lavaflava

Un vino che è praticamente un’icona delle terre vesuviane: prodotto in prevalenza da uve Caprettone, con una piccola parte di Falanghina, ne rappresenta il volto più tradizionale. Sia il naso sia il gusto, in ottima armonia l’uno con l’altro, descrivono alla perfezione i terreni vulcanici e sabbiosi da cui provengono i vitigni. Ne nasce un vino di spiccata personalità, che invita a essere bevuto ancora e ancora. 

Abbinamenti

Buonissimo con un pesce al forno o un piatto di formaggi freschi. 

Colore

paglierino

Note di degustazione

Agrumi
Aromi floreali
Aromi minerali
Frutta a polpa chiara

Gusto

Un’importante spinta acido-sapida, tipica dei terreni vulcanici da cui arriva questo vino, sorregge il palato, spingendo volentieri al sorso successivo, mentre le note di frutta rendono il gusto molto armonioso.

Come servirlo

Temperatura di servizio: 8° - 10°

Da bere subito in un calice di media ampiezza. Può anche essere lasciato riposare in cantina un paio d’anni. 

Per saperne di più