Fattoria Fibbiano

Il vino dal cuore della Toscana

Custodi di un territorio irripetibile.

Fattoria Fibbiano ha due anime e un cuore solo: un’azienda vitivinicola e un agriturismo immersi nella campagna toscana. Su un poggio soleggiato, delimitato da due ruscelli, vicino a Terricciola, sulle colline tra Pisa e Volterra, l’azienda si estende su una superficie di 90 ettari, coltivati a vigneto e oliveto oltre al bosco. Dalla sommità della collina, dove si trova l’agriturismo, lo sguardo domina incontrastato il paesaggio dolce della campagna toscana. Per i ragazzi di Fibbiano l’ambiente è un patrimonio da rispettare, non una risorsa da sfruttare, la qualità del prodotto non può prescindere dall’amore per il territorio. I terreni della fattoria sono trattati esclusivamente con sostanze organiche e l’intervento dell’uomo è limitato al minimo. 

Vigneti

17 ettari di vigneti di cui alcuni hanno più di 100 anni mentre la maggior parte meno di 20. Dato che l'azienda ricopre un'intera collina, i vigneti hanno varie esposizione. 2,5 ettari sono stati volutamente piantati a nord, così da ottenere uve fresche anche in periodi siccitosi. I vitigni rossi sono disposti sulla cima della collina, quelli bianchi a fondovalle.

Uve e Vitigni

Alla Fattoria Fibbiano si coltivano da sempre vitigni autoctoni come il Sangiovese, il Sangiovese forte, il Sangiovese Polveroso, il Canaiolo, il Cliegiolo e il Colorino per i rossi. Per i bianchi invece le varietà coltivate sono il Vermentino e il Colombana. 

Terreno

Il terreno è di origine marina, ricco di conchiglie plioceniche e coralli, di medio impasto.

Sistema di coltivazione

In questa fattoria si rispetta la tradizione vinicola del territorio. Per questo motivo si utilizzano solo i vitigni autoctoni e i terreni sono trattati solamente con sostanze organiche e non chimiche. 

Vinificazione

L'azienda ha certificazione biologica dal 2018, ma già da tempo tutte le sue operazioni in cantina sono orientate a un impatto minimo. 

Perché è in Vinevo

Le colline di Terricciola sono composte da terreni di antichi fondali marini. La barriera di corallo fossile che affiora tra le vigne di Sangiovese ha un fascino che lascia senza parole: un vero esempio di archeologia in vigna. Alla famiglia Cantoni va dato merito di aver creduto alle varietà locali, tra le quali anche la Colombana, un’uva bianca originaria delle colline pisane che ora, vinificata finalmente in purezza, ha acquisito un valore straordinario ed è divenuta uno dei prodotti di punta della loro produzione.
Matteo e Nicola Cantoni sanno che Fattoria Fibbiano è un piccolo paradiso, un’oasi di storia e diversità che va protetta con cura caparbia, e anche per questo conducono l’azienda con un disciplinare biologico che ha come primo obiettivo la sostenibilità.