Castelzola

2018

Il profilo gustativo di Castelzola

Annata

2018

Denominazione

Vino Rosso

Grado alcolico

13.5

Bottiglie prodotte

0

Filosofia produttiva

Perché Castelzola

Uno di quei vini che fa bene, caldo come una coperta d'inverno, come il fuoco di un camino. Risultato di anni di sperimentazione insieme all’Istituto Sperimentale di Viticoltura di Gorizia, risultato di lotta integrata in vigna, fermentazione malolattica in botti di cemento (a donare morbidezza rispettando il frutto) e tre anni di invecchiamento in tonneau di rovere, è un vino che rappresenta la ricerca continua del territorio bolognese. Ricco, pieno, vigoroso senza perdere eleganza, con tanta frutta matura e note di vaniglia per niente preponderanti. Un vino profondo, buonissimo. 

Abbinamenti

Potremmo dirvi carni rosse, spezzatini, secondi di terra, ma in realtà l'abbinamento principe può essere solo con uno dei grandi piatti di Bologna: le tagliatelle al ragù.

Colore

rosso-rubino

Note di degustazione

Aromi balsamici
Aromi speziati
Frutti rossi e di bosco

Gusto

Il frutto e le spezie che si riconoscono al naso si ripresentano al gusto, che si presenta complesso, ricco e dinamico. Nonostante la pienezza del sorso rimane fresco e vellutato.

Come servirlo

Temperatura di servizio: 16° - 18°

Da bere in calici di media ampiezza, può aspettare anche molti anni in cantina, in cui la morbidezza si esalterà senza perdere nerbo e freschezza. 

Per saperne di più