BVL Memorie di Vite Bovale

2018

Il profilo gustativo di BVL Memorie di Vite Bovale

Annata

2018

Denominazione

Isola dei Nuraghi Igt

Grado alcolico

13.5

Bottiglie prodotte

0

Filosofia produttiva

Perché BVL Memorie di Vite Bovale

Il BVL Memorie di Vite Bovale Quartomoro di Sardegna 2018 è un vino rosso ricavato dal Bovale, vitigno coltivato nell'Alto Campidano, ricco di carattere e profumi, caratterizzato da una splendida, setosa morbidezza. 

Il Bovale è un rosso poco diffuso, probabilmente perché solo la maturità della vite e una produzione molto bassa per ceppo possono fare esprimere al meglio le doti di questo grande rosso. 

Abbinamenti

Ideale nell'accompagnare primi e secondi piatte a base di carne, ma da provare anche con saporite proposte a base di tonno fresco. 

Colore

rosso-rubino

Note di degustazione

Aromi balsamici
Aromi minerali
Aromi speziati
Frutti rossi e di bosco

Gusto

Strutturato, balsamico, con tannini levigati e una buona potenza estrattiva.

Come servirlo

Temperatura di servizio: 14° - 16°

Dà il meglio bevuto subito. 

Per saperne di più

La vendemmia è manuale, in cassette. 

La successiva vinificazione prevede una fermentazione a temperatura sotto i 30° con lieviti autoctoni, di uva pigiata e diraspata, e una successiva macerazione di 7 giorni con follature manuali. 

Il vino matura 6 mesi in acciaio e barrique di almeno 4 passaggio, e svolge un ulteriore affinamento di 6 mesi in bottiglia.

Il terreno del vigneto di provenienza è sabbioso.

Il vigneto Marrubio-Terralba, situato nell'Alto Campidano, è a piede franco, grazie ai terreni sabbiosi, e le viti (le cui foglie sono salate dall'aerosol del mare) sono state impiantate nel 1925.